domenica 22 novembre 2009

La maglia sganciabile in corsa

"It was a train that took me away from here
but a train can't bring me home...
"
Train Song, Tom Waits
Si narra che avesse scoperto il sistema alla stazione ferroviaria pensando subito di farne tesoro. Da sempre accade che tra le stazioni di Pontremoli e Grondola la salita renda insufficiente la prestazione del locomotore. Così, per i treni pesanti è prevista "la spinta". Un locomotore aggiuntivo va in coda al treno agganciandolo con un dispositivo un pò artigianale chiamato "maglia sganciabile in corsa". Con un gioco di fischi, i macchinisti dei locomotori di testa e di coda si accordano per dare insieme trazione e spinta. Arrivati a Grondola la spinta si sgancia al volo e torna a Pontremoli in attesa di un nuovo intervento. La "maglia sganciabile" gli era sembrata un'ottima soluzione anche per la gestione della sua difficile amministrazione. Nel ruolo di temporanea spinta aveva così agganciato di volta in volta le varie opposizioni, esterne e interne. Momentanei consensi, prudenti collaborazioni, fugaci agganci e sganci in corsa. Dopo le prime difficoltà, aveva anche ottenuto qualche apprezzabile risultato: la partenza della raccolta porta a porta dei rifiuti, la chiusura dei debiti con le banche, l'apertura pomeridiana delle Poste. Il sistema sembrava funzionare. Una sola spinta non gli riusciva di agganciare: l'opinione pubblica. A suo tempo, qualcuno dei suoi aveva previsto nel programma "ogni sei mesi un incontro pubblico". Incontri sempre rinviati, troppo ostici e prevedibilmente imbarazzanti. Ora piuttosto,con un aggangio al proprio partito,cercava una spinta per un altro viaggio, un nuovo incarico a Firenze. Una verifica dei regolamenti gli aveva impedito l'aggancio al primo tentativo.Pazienza. Nel frattempo il locomotore fermo dell'opinione pubblica restava in attesa.

5 commenti:

Arturo Mortadelli ha detto...

Molto bella la metafora della maglia sganciabile; trovo però che per impeto, dinamicità ed innovazioni apportate, il poaragone con la “benna” sarebbe molto più calzante rispetto a quello col locomotore.
Per quanto riguarda invece il nuovo viaggio a Firenze del nostro Ercolino Sempre in Piedi, probabilmentre era inevitabile: a Pontremoli era effettivamente sprecato… voi che ne dite?

Anonimo ha detto...

opinione pubblica? incontrare i cittadini ogni sei mesi? ma che, siete pazzi? già quelli vengono ogni giorno a bussare alla sua porta con lamentele, pretese, bisogni di ogni genere e a volte, addirittura, idee e proposte! magari col rischio di ricordar loro che una volta erano stati fatti programmi e proclami! state scherzando?
molto meglio per il capotreno designato e votato tentare di lasciare il convoglio e tutti i passeggeri in una qualche stazione lungo il tragitto, cercando di salire (lui) su un altro treno, magari di prima classe e senza troppa gente intorno...oppure, visto che no, non si può fare, star ben chiuso nella cabina di comando, in attesa di giungere lentamente al capolinea...

Anonimo ha detto...

E' veramente desolante. Prima la locomotiva con maglia sganciante era Ferri. Lui andava per la strada sua e della sua famiglia con l'aiuto - complicità e/o asservimento morale? - volta volta di alcuni che poi sganciava per agganciarne altri con promesse e/o ricatti vari. A tantissimi questa cosa andava bene perchè alla fine qualche briciola, magari "sporca", arrivava. A tantissimi questa cosa non andava bene perchè pensavano che le briciole dovevano arrivare "pulite". E credo che continuino a pensarlo. E mi domando cosa pensano della attuale modalità di conduzione della cosa pubblica, di questa specie di volo cieco e zigzagante con liti e paci, con morsi e baci, con torni e ritorni, con secessioni e annessioni, con dissidenti e dissenzienti, con sovrumani silenzi e acquosi sguardi. E tutto con totale indifferenza alle aspettative della gente, di tanta gente che VOLEVA E VUOLE il cambiamento, ma che soprattutto VOLEVA E VUOLE il MIGLIORAMENTO. Forse pensano che se i pontremolesi sono stati così suonati da tenersi Ferri per 17 anni li saranno ancora per tenersi altrettanto questi. Mi sbaglierò ma purtroppo credo che non sarà così. E purtroppo credo che per Pontremoli sarà sempre peggio.

L' elettore deluso

Davide ha detto...

E bravo Barbiere!

Barbér Pompeo ha detto...

Eppure.
Eppure c'è il risanamento del bilancio, c'è l'inizio dei lavori per il nuovo mattatoio,c'è il programma di nuova edilizia scolastica.
Quale valore aggunto potrebbero portare la comunicazione e la partecipazione?